Il Museo della Moda e del Costume

La collezione del Museo della Moda e del Costume, che ha origine nelle ricerche e nei viaggi di Franca Meo, poetessa e scrittrice, è costituita da circa 5.000 pezzi, comprensivi di abiti, accessori, cappellini, fazzoletti, ombrellini, ventagli, guanti, monili, biancheria intima e da casa, paramenti sacri, strumenti di lavoro, abbigliamento infantile e giocattoli, cronologicamente databili dalla metà del Settecento fino alla nascita dell’Alta moda nel Novecento. Un nucleo di abiti etnici del XIX e XX secolo arricchisce il fondo del museo.

Tra i materiali che compongono le ricche raccolte vi sono inoltre: foto storiche, stampe antiche, cartoline e figurini dell’Otto e Novecento, che costituiscono una sezione specifica di documenti iconografici sull’evoluzione del gusto vestimentario in età moderna.

Dal 1995, anno di inaugurazione del Museo della Donna e del Bambino, ad oggi, il patrimonio storico artistico del rinnovato Museo della Moda e del Costume, si è arricchito di numerose e importanti donazioni private.

La Collezione è frutto di una ricerca costante di capi che meglio rappresentino e interpretino la storia della Moda italiana e non solo. Nel 2012 sono entrati a far parte della Collezione nuovi abiti d’Alta Moda tra cui spiccano le etichette di Capucci, Fendi, Valentino, Sorelle Fontana, Versace, Roberta di Camerino, Ferrè e Balenciaga.

Il percorso espositivo, parte del quale viene periodicamente riformulato in linea ai vari eventi speciali promossi dai Musei, si articola in cinque sezioni:

La prima sezione periodicamente viene rinnovata con allestimenti dedicati alle diverse stagioni e al tema degli eventi proposti da VILLA MAZZUCCHELLI. I capi e gli accessori sono tratti dai depositi Museali che  contano pezzi significativi di alta sartoria con firme eccellenti quali: Sorelle Fontana, Capucci, Genny, Ungaro, Balenciaga, Roberta di Camerino, Versace.

La seconda sezione ospita abiti e accessori che risalgono al XIX secolo. Spiccano in questa sezione abiti da sera e da cerimonia, abiti da sposa e da ballo, scialli in seta ricamata o in pizzo, mantelline da teatro e giacchine. Il percorso è arricchito da numerosi ombrellini, ventagli, fazzoletti e borsette, elementi di completamento dell’abbigliamento femminile.

La terza sezione è dedicata alla filatura e all’arte della tessitura, nella quale si possono vedere manufatti e campionari tessili dal Settecento al Novecento, accanto ai quali si osservano attrezzi, utensili e macchinari provenienti da paesi diversi, tra i quali un suggestivo telaio lombardo in legno, che risale alla seconda metà del XIX secolo. Nella stessa sezione trova posto la biancheria per la casa con preziosi ricami che si rincorrono sulle tovaglie e le tende, sulle lenzuola come sugli asciugamani.

La quarta sezione espone biancheria intima femminile in un curioso percorso storico che documenta l’evoluzione dei mutandoni e dei busti con stecche di balena del XIX secolo nei moderni reggiseni e slip, senza dimenticare la nascita dei collant e l’avvento dei rivoluzionari tessuti elasticizzati.

La quinta sezione, ospitata nelle ultime sale del Museo, è dedicata al mondo della donna e del bambino. La prima sala è ambientata in quella che era la cucina della Villa e vi si trovano esposti attrezzi da cucina, ferri  da stiro, batterie da cucina, argenteria finemente lavorata, una serie di caffettiere inglesi in argento sbalzato a mano e altri vari oggetti da cucina e uso domestico.

Le ultime due salette sono invece dedicate al mondo del bambino e presentano straordinari esempi di abbigliamento infantile da cerimonia, databile sempre a partire dal XIX secolo.

Eventi speciali

Il Museo della Moda promuove esposizioni temporanee ed eventi speciali legati al tema della Moda, partecipa come prestatore a mostre temporanee sul circuito nazionale e internazionale. Tra gli eventi collaterali è ormai appuntamenti ricorrente la fiera del Vintage, denominata oggi RETROVILLE (edizione primaverile a maggio; edizione autunnale a settembre), la mostra mercato di abiti e accessori, design e arredamento vintage.

L’Archivio

Il Museo vanta un ricchissimo archivio di abiti e accessori di notevole interesse, oggi messo a disposizione per designers, studiosi e collezionisti per la ricerca la consultazione e il noleggio per sfilate, eventi particolari e shooting fotografici.

Contattaci per
maggiori informazioni

Clicca il pulsante sotto e compila il modulo con la tua richiesta, ti contatteremo al più presto.

Iscriviti alla nostra
newsletter

Resta aggiornato su tutti gli eventi di
Villa Mazzucchelli

Newsletterform